LIVELLO STORE MANAGER E COMMESSO

LIVELLO STORE MANAGER E COMMESSO

Di Sandro Santucci

Il presente articolo vuole cercare di offrire una chiara lettura conoscitiva circa il corretto inquadramento del livello Store Manager e del commesso di negozio, alla luce delle fattuali divergenze che si verificano diffusamente nella realtà.

Breve guida per comprendere quale sia il corretto inquadramento del livello Store Manager e del commesso nel CCNL Terziario - Confcommercio.

INQUADRAMENTO DEL LAVORATORE

Prima di descrivere il corretto inquadramento del livello Store Manager e del commesso con le relative caratteristiche, accenno brevemente al funzionamento della classificazione del personale dipendente, già ampiamente approfondito nell’articolo (https://sandrosantucci.com/inquadramento-del-lavoratore-e-variazione-delle-mansioni/) cui rimando. E’ ben risaputo, infatti, che in fase di assunzione, all’interno del contratto individuale di lavoro, sia necessaria l’indicazione, quale elemento essenziale, delle mansioni cui il lavoratore sarà adibito, attraverso la determinazione anche della categoria (DIRIGENTE, QUADRO, IMPIEGATO, OPERAIO) e della sua qualifica (es. COMMESSO). 

LIVELLO RETRIBUTIVO

A tale descrizione dei compiti e funzioni che il lavoratore si obbliga a prestare in cambio della pagamento della retribuzione, corrisponde un preciso livello retributivo determinato dalla declaratoria della classificazione del personale presente all’interno del Contratto Collettivi Nazionali di Lavoro (CCNL). Tali CCNL, a cui il contratto individuale di lavoro fa espresso rimando, (es, CCNL Terziario – Confcommercio), infatti, disciplinano tutti gli istituti contrattuali non essenziali non espressamente indicati nella lettera di assunzione (es. maggiorazione del lavoro straordinario, numero di giorni di ferie annuali, numero di permessi sindacali, ecc.).

CCNL TERZIARIO CONFCOMMERCIO

Se le parti possono liberamente pattuire quali siano le mansioni da svolgere, non possono determinare il livello retributivo corrispondente (es. livello Store Manager e del commesso), che viene, invece, individuato nella classificazione del personale del CCNL applicato. Tale aspetto è di fondamentale importanza, stante le diverse irregolarità che possono verificarsi, sia in buona fede che non, a cui conseguono legittime pretese di differenze retributive a causa di erronei inquadramenti e/o sottoinquadramenti. Può, infatti, verificarsi che formalmente nel contratto sia indicato il livello corretto in base alle mansioni e alla classificazione del personale prevista dal CCNL, ma che nella realtà le mansioni svolte siano altre o che alle mansioni attribuite nel contratto individuale di lavoro non corrisponda il livello retributivo come da CCNL.

Venendo ora al CCNL più diffuso, il CCNL Terziario – Confcommercio, è bene ricordare, prima di differenziare l’inquadramento del livello Store Manager e del commesso, che la scelta del CCNL da applicare al rapporto di lavoro, tra la copiosa vastità di settori e sigle sindacali presenti nel nostro Paese, spetta al datore di lavoro, sulla base di diversi criteri (che verrano approfonditi in un successivo articolo).

Il lavoratore ha, però, il diritto al suo trattamento retributivo complessivo calcolato sulla base del CCNL comparativamente più rappresentativo del settore economico in cui opera il datore di lavoro. Seguirà un articolo per l’approfondimento di tale argomento che per ora è brevemente riassunto nel concetto che la retribuzione si considera sufficiente qualora determinata da un CCNL sottoscritto dalle principali single sindacali quali CGIL, CISL, UIL nel settore economico in cui opera il datore di lavoro.

AIUTANTE COMMESSO E COMMESSO

Cercando di iniziare a comprendere correttamente le differenze tra l’inquadramento del livello Store Manager e del commesso, è opportuno definire che è inquadrabile al 5 livello il lavoratore che, non avendo esperienza nel presente settore merceologico, è adibito alle mansioni dell’aiuto-commesso. Il 5 livello, infatti, configura la qualifica dell’aiuto-commesso per colui che, nel presente settore merceologico, inteso come sommatoria di tutte le sue esperienze lavorative pregresse, è privo di esperienza. Risulta di notevole importanza, in tale ambito, sottolineare che la permanenza al 5 livello è prevista per i primi 18 mesi, successivamente ai quali, scatta automaticamente il diritto al 4 livello, corrispondente alla qualifica del commesso.

Tale passaggio di livello rappresenta un automatismo previsto direttamente dal CCNL applicato al rapporto di lavoro e, pertanto, al fine della sua applicazione non è richiesta nessuna domanda da parte del lavoratore. Trattasi, infatti, di attribuzione automatica rinvenibile nell’efficacia comune del CCNL applicato al rapporto di lavoro.

COMMESSO SPECIALIZZATO

Venendo ora al criterio di differenziazione dell’inquadramento del livello Store Manager e del commesso, è opportuno riportare quanto previsto dalla classificazione del CCNL Terziario – Confcommercio, infatti l’art. 113 del Capo I, recita:

‘3 livello: a questo livello appartengono i lavoratori che svolgono mansioni di concetto o prevalentemente tali che comportino particolari conoscenze tecniche ed adeguata esperienza, e i lavoratori specializzati provetti che, in condizioni di autonomia operativa nell’ambito delle proprie mansioni, svolgono lavori che comportano una specifica ed adeguata capacità professionale acquisita mediante approfondita preparazione teorica e tecnico-pratica comunque conseguita, e cioè: (omissis) commesso specializzato provetto (omissis)’.

Risulta evidente come il CCNL preveda, per quei soggetti in possesso di adeguata esperienza e autonomia operativa, nell’ambito delle proprie mansioni, il 3 livello, inteso come commesso specializzato, stante la sua acclarata professionalità acquisita mediante preparazione teorica e tecnicopratica.

RESPONSABILE REPARTO

Alla luce di quanto detto finora, risulta strettamente necessario attenersi alla classificazione prevista dal CCNL, posto che le parti non possano determinare arbitrariamente a quale livello corrisponda una determinata qualifica, quale ad esempio il livello Store Manager e del commesso. Infatti sempre all’art. 113 del Capo I del CCNL Terziario – Confcommercio si legge: 

‘2 livello : appartengono a questo livello i lavoratori di concetto che svolgono compiti operativamenteautonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo, nonché il personale che esplica la propria attività con carattere di creatività nell’ambito di una specifica professionalità tecnica e/o scientifica, e cioè: (omissis) capo di reparto o settore anche se non addetto ad operazioni di vendita (omissis)’.

Da ciò si evince chiaramente come colui che sia addetto al coordinamento e controllo, eventualmente anche con compiti operativamente autonomi, quale capo reparto o di settore, sia inquadrabile al livello 2. E’, infatti, l’esempio del lavoratore che possiede la responsabilità di un un singolo settore all’intero di un punto vendita.

STORE MAMAGER O RESPONSABILE NEGOZIO

Appare del tutto naturale concludere con il livello Store Manager, in base aquanto previsto sempre dall’art. 113 del Capo I del CCNL Terziario – Confcommercio:

‘1 livello: a questo livello appartengono i lavoratori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa nell’ambito delle responsabilità ad essi delegate, e cioè: (omissis) gestore o gerente di negozio, di filiale, o di supermercato alimentare anche se integrato in un grande magazzino o magazzino a prezzo unico (omissis)‘.

Dall’esaustiva e inopinabile descrizione sopra indicata, è facile comprendere come al 1 livello siano inquadrabili i responsabili dell’intero negozio o Store Manager in possesso della necessaria direzione esecutiva al fine ad esempio, di raggiungere gli obiettivi di vendita determinati dal vertice quadro, cui spetta, a quest’ultimo, il compito di svilupparne i contenuti attraverso strategie e programmi che lo Store Manager attuerà con piena responsabilità.

PER MAGGIORI INFO:

https://it.wikipedia.org/wiki/Mansioni

PER RICHESTE DI CONTATTO:

https://sandrosantucci.com/#contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *